CopertaSalve popolo di Historia Project.

Con l’articolo di oggi vi voglio proporre una lettura coinvolgente ed interessante per l’estate. È con piacere che vi presento un libro che ho divorato in tre giorni e che mi ha appassionato dalla prima all’ultima pagina. Questo romanzo si chiama “Complotto in riva d’Arno”, pubblicato da Time Crime, ed è scritto a quattro mani da due professori di Lettere e Storia che insegnano in due istituti superiori di Prato. Ma iniziamo a parlare del racconto.

Questo romanzo trova il suo spazio in due periodi storici molto affascinanti come il diciassettesimo secolo (1611) ed il ventesimo secolo (1904). Due storie apparentemente separate trovano collegamento nel caso di omicidio indagato dal commissario Ulisse Bellandi e dal vicecommissario Alessandro Nocentini, due figure sapientemente strutturate che si aggirano per la Firenze del ‘900 tra scandali ed omicidi. Troviamo poi, nel ‘600, un ufficiale, Saviero Adinolfi che s’imbarca su di una nave, la Tuscia, per riuscire a svolgere un compito molto intricato e di non facile soluzione: recuperare un tesoro sottratto dai pirati ad alcuni galeoni spagnoli.Retro coperta L’avventura si intreccia con altri due omicidi che avvengono a bordo della nave, senza apparente soluzione. Il ritmo ben scandito e saggiamente strutturato dei due autori Toscani rende il libro corposo e scorrevole, pieno di informazioni storiche e di personaggi importanti ( uno fra tutti Galileo Galilei ).

Non intendo svelare nessun altro particolare di questa storia piena di suspence, d’azione e colpi di scena. Intendo semplicemente invitarvi alla lettura che, personalmente, mi ha molto coinvolto, sia dal punto di vista storico che dal punto di vista investigativo.

Non mi resta che augurarvi buona lettura!  

A cura di Lamberto Cappelletti

About the author

Avatar

HistoriaProject